Cambiamenti climatici

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Gio Nov 29, 2012 8:56 am

Qualche minuto fa stavo guardando un programma su canale 5, mattina in diretta se non sbaglio, praticamente parlavano di quello che era successo a taranto e Carrara in questi giorni.
In studio si diceva che questi erano eventi eccezionali e il giornalista che conduceva ha fatto poi un'ottima domanda, ma perché si parla di eventi eccezionali quando nell'arco di un anno si registrano fenomeni violenti o alluvionali per piu volte? Qualcosa sta cambiando?


Voi cosa mi dite in merito? Questi fenomeni secondo me ci devono far riflettere per il futuro, ultimamente la parola eccezionale per questi eventi sta venendo usata troppo spesso..... Rolling Eyes

Tirate in ballo tutto quello che c'è da tirare in ballo, anche analisi  Laughing


Ultima modifica di luca90 il Gio Ott 02, 2014 7:23 am, modificato 1 volta
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da koko il Gio Nov 29, 2012 9:33 am

Sicuramente occorre riflettere su:
1)L'intervento umano,non sul clima, ma sul territorio.
2)il clima ,lo studio di Scafetta ottiene altri riscontri, vedere td apposito,
per cui è ciclico un cambiamento climatico.
3) i nostri mari sono termicamente ancora troppo sopra media Perchè?
Inquinanti?
somma il tutto...
avatar
koko
Meteofilo
Meteofilo

Messaggi : 1356
Data d'iscrizione : 16.03.12
Località : forlì

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Gio Nov 29, 2012 9:45 am

Territorio martoriato dall'uomo, questo sicuramente fa tanto, il problema e che vedo un crescendo di fenomeni veramente potenti da mettere in pericolo qualsiasi zona ..

Scafetta mi trova decisamente d'accordo che il cambiamento climatico e ciclico, a mio avviso andiamo verso un'estremizzazione di tali fenomeni ..
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da ale90 il Gio Nov 29, 2012 3:01 pm

Riporto un articolo di didattica che ho letto tempo fa Smile
Nell' articolo si fa riferimento agli uragani e alla loro energia, ma il principio è lo stesso.
Leggetelo con calma perchè è un po' tecnico study

Fonte: meteorologica.it

Per parlare di un tema così complesso come il “cambiamento climatico” è doveroso prendere in considerazione la modifica di tutti i fattori, astronomici e non, che costruiscono il clima stesso. In altri articoli, che trovate nella sezione “climatologia”, abbiamo per esempio parlato dell’importanza della precessione dell’asse terrestre, del cambiamento dell’obliquità dell’eclittica e dell’eccentricità dell’orbita terrestre: si tratta, come è stato detto, di meccanismi astronomici che si sviluppano su scale temporali millenarie, le cui variazioni sono quindi impercettibili all’essere umano. Anche se tali fattori esterni al sistema terra-atmosfera rimangono costanti su scale secolari, è però possibile parlare in un certo senso di “cambiamento del clima” se andiamo a focalizzare l’attenzione esclusivamente sul meccanismo di funzionamento della macchina termica Terra, vale a dire se ci interessiamo del bilancio energetico del nostro pianeta.
Quindi, oltre che ad una questione legata alla variazione millenaria dei fattori astronomici, il cambiamento del clima è legato anche ad una questione interna al sistema climatico stesso che ha tempi di sviluppo paragonabili a quelli della vita umana e che dipende esclusivamente da quanta energia entra e quanta ne esce dal sistema terra-atmosfera. Al concetto di cambiamento climatico inteso come quello, per intenderci, responsabile delle Ere Glaciali, si affianca così anche il concetto di estremizzazione climatica, ovvero il significato che bisognerebbe dare al “cambiamento climatico” quando questo si verifica nel “breve termine”: si tratta cioè, sulle scale temporali del clima, di fluttuazioni a cui va incontro il sistema, le cui ampiezze dipendono da quanto il sistema stesso sia diventato instabile.
Il processo di estremizzazione, di cui l’Italia ha potuto sperimentare gli effetti anche di recente con una lunga fase di caldo anomalo, si può spiegare semplicemente con il primo principio della termodinamica, che afferma i seguenti concetti basilari:
1) il calore è una forma di energia,
2) questo calore può essere utilizzato sia per fare aumentare la temperatura del sistema, sia per permettere al sistema stesso di compiere lavoro (e quindi di consumare calore).


Come si può spiegare ciò? È noto che il processo di deriva dell’effetto serra che si è avuto a partire dall’Era della Rivoluzione Industriale ha portato ad avere in atmosfera una maggiore concentrazione di gas attivi nella regione dell’infrarosso (IR), come si può osservare in fig. 1.

Fig1


Figura 1 - Andamento delle concentrazioni di alcuni gas serra: è noto l’aumento esponenziale che si è materializzato negli ultimi due secoli.


Questo tipo di radiazione ad onda lunga, emessa dalla superficie terrestre, viene quindi maggiormente trattenuta e ciò causa un aumento della quantità di calore che rimane anch’esso intrappolato all’interno del sistema terrestre. Se ora ci chiediamo come viene sfruttato questo surplus energetico ΔE disponibile dall’atmosfera, si trova proprio dal primo principio della termodinamica che esso viene convertito in un incremento dell’energia interna ΔU del sistema e nella produzione di lavoro ΔL: in questo ultimo caso, una quantità di energia verrà cioè immessa in circolo nel motore atmosferico. Sintetizzando in una formula molto semplice, si ha la legge di conservazione:
ΔE = ΔU + ΔL

L’aumento della temperatura del sistema, che costituisce la prima valvola di sfogo per smaltire la quantità di calore in eccesso, è proprio legato al concetto di energia interna ΔU del sistema, cioè l’energia cinetica che deriva dal movimento delle molecole d’aria. Se queste ultime hanno una certa massa m ed una certa velocità v, legate dall’espressione U = ½ mv2, è facile intuire che se c’è una variazione positiva di U ci sarà parallelamente anche una variazione positiva della velocità v della molecola: vale a dire che, mediamente, le molecole andranno più veloci. Per semplificare ulteriormente il problema, supponiamo che le molecole che formano l’aria siano costituite da un solo atomo che possiamo identificare come un punto materiale nello spazio. Affinché questo punto possa essere individuato, c’è bisogno di tre coordinate che forniscano la sua posizione rispetto ad una terna di assi x, y e z. Per questo motivo, si dice allora che l’atomo possiede tre gradi di libertà e infatti la formula dell’energia cinetica si può scomporre nelle tre componenti del vettore di velocità “v” con cui l’atomo si muove.

Possiamo cioè scrivere:
U = ½ mvx^2 + ½ mvy^2 + ½ mvz^2
dove vx, vy e vz indicano le tre componenti del vettore velocità lungo i tre assi, come si può vedere in fig. 2.


Figura 2 - Componenti della velocità v in un sistema di riferimento cartesiano

A questo punto, per il teorema di equipartizione dell’energia, bisogna sapere che ad ogni grado di libertà della molecola corrisponde ½ kT di energia termica, dove k è la costante di Boltzman e T e la temperatura assoluta: se, come in questo caso, i gradi di libertà sono tre, allora l’energia termica sarà data da 3/2 kT: da qui si deduce, allora, che se aumenta l’energia interna del sistema aumenta la sua temperatura. In realtà, il discorso è molto più complesso, perché bisognerebbe considerare il fatto che le molecole che costituiscono i gas serra sono poliatomiche e quindi sono soggette, oltre ai moti traslazionali appena descritti, anche a quelli di rotazione e di vibrazione, con un aumento quindi dei gradi di libertà. Indipendentemente però dalla semplificazione che è stata qui fatta è stato dimostrato che, adattando quanto detto al sistema atmosferico, si ha che l’aumento dell’energia interna dovuta al trattenimento del calore per opera dei gas serra determina, alla fine, un aumento della temperatura media del pianeta.

La seconda valvola di sfogo utilizzata dall’atmosfera per smaltire la quantità di calore in eccesso è, come è stato detto, l’immissione di energia nel motore atmosferico, con un conseguente aumento di carburante a disposizione dei fenomeni meteorologici. Ad un aumento della temperatura media globale si associa, quindi, anche un aumento dei fenomeni estremi che si materializzano in intense e prolungate ondate di caldo e/o in un aumento di periodi siccitosi e alluvionali.
In questo articolo, ci limitiamo a quantificare almeno una parte dell’energia consumata nei fenomeni violenti attraverso il parametro ACE, acronimo di Accumulated Cyclone Energy. Si tratta di una misura utilizzata dal National Oceanic Atmospheric Administration (NOAA) per esprimere l’attività degli uragani durante tutta la stagione tropicale. Per ogni singolo ciclone che si presenta, questo parametro si calcola sommando i quadrati delle sue velocità, quelle superiori a 35 nodi (circa 65 km/h), su intervalli di 6 ore: più sarà lunga la vita del ciclone, più saranno numerosi i contributi della sommatoria. I valori di ACE più elevati, quindi, potranno provenire sia da uragani di categoria 1-2 che durano più a lungo, sia da quelli che appartengono alla categoria 3-5 ma che hanno, però, durata inferiore: l’ACE di una intera stagione è quindi data dalla somma di tutte le energie singole accumulate in tutti i cicloni. Per rendere i numeri più gestibili, i valori sono divisi per 10.000 e l’unità di misura è kt2 (nodi al quadrato).
Tenendo allora conto di questo parametro e dell’anomalia della temperatura globale, calcolata rispetto al trentennio 1951-1980, su scale decennali si ottengono i valori medi riportati in tabella e poi sul grafico (fonte dati NOAA):





Valori di ACE e di anomalia di temperatura globale, mediati sui decenni, dal 1880 al 2000.

Su tutta la serie, l’indice di correlazione tra i due parametri è piuttosto basso (c = 0.33), ma se si considerano solo i dati degli ultimi 40 anni, dal 1970 in poi, il valore dell’indice arriva quasi all’unità. Andando però oltre il significato di questo numero, è doveroso ora interpretare il grafico tenendo in considerazione la complessità del sistema climatico. Abbiamo infatti detto che la quantità di energia disponibile ΔE è data dalla somma dell’energia interna ΔU del sistema (che comporta un aumento della temperatura) e del lavoro ΔL (che comporta un aumento fenomeni violenti). Aggiungendo ora qualche altro particolare al grafico precedente per migliorarne la lettura, otteniamo:



Si può innanzitutto notare come, nella serie, siano presenti quattro fasi che si susseguono in modo alternato: due, nelle quali si ha il picco di ACE e l’anomalia di temperatura rimane stazionaria e due nelle quali i valori dei due parametri aumentano contemporaneamente. Tra l’altro, l’aumento più sensibile si ha negli ultimi 40 anni. Questo comportamento potrebbe proprio voler significare che il sistema climatico sia orientato a liberarsi dell’energia in eccesso il prima possibile e l’impiego di questa energia nei fenomeni intensi appare logicamente la scappatoia più rapida da seguire: in questo caso, sarebbe minimo ΔU e massimo ΔL e ciò non modificherebbe il termostato del sistema. Un’alternativa sarebbe poi quella di rendere invece minimo ΔL e massimo ΔU, come si può osservare nei decenni compresi tra il 1910 ed il 1940: in questo periodo, la maggior parte dell’energia disponibile è impiegata in un aumento della temperatura media globale, fino a raggiungere l’annullamento dell’anomalia negativa. Ma nel momento in cui l’energia disponibileΔE aumenta ulteriormente, il sistema è obbligato a cercare una nuova situazione di equilibrio: è quello che, con buona probabilità, accade dopo il 1970, quando si assiste ad un aumento simultaneo dell’ACE e dell’anomalia di temperatura, già avvenuto ma in modo molto più ridotto tra il 1910 ed il 1940.
Ecco che allora, con gli esempi e l’analisi dei dati riportati, risulta quindi abbastanza chiaro come le leggi della termodinamica regolino il principio di bilancio dell’energia disponibile del sistema atmosferico.

© Andrea Corigliano, docente di meteorologia presso l’Istituto Tecnico Aeronautico “G. Byron” – Genova



http://www.meteorologica.it/images/stories/estrem_clima_termod.pdf

Osservazione personale, l' articolo lo trovo ottimo e ben spiegato, solo che dare la colpa del gw solo ai gas serra, forse è un po' eccessivo Wink

_________________
Ale. Cool

seguitemi anche sul mio sito:http://meteobergamasco.altervista.org/category/home/
avatar
ale90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 6246
Data d'iscrizione : 22.02.12
Età : 27
Località : caravaggio (BG) 111 metri s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://meteobergamasco.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Gio Nov 29, 2012 7:39 pm

Maremma che articolo!! E decisamente fatto bene ma fin troppo tecnico a mio avviso .. Laughing

Cmq sui gas serra mi sembra esagerato anche a me addossargli tutta la colpa, anzi a mio avviso c'entra meno di quello che si pensa ..

La terra come ha fatto notare koko in un articolo e in un continuo cambiamento climatico, a mio avviso senza tirar fuori polemiche non stiamo andando verso un clima oldstyle .......
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da Matteo90 il Ven Set 05, 2014 8:25 am

Vorrei proporre un interessante documento dal titolo: "il contributo astronomico e il contributo antropico" di Nicola Scafetta.

https://www.youtube.com/watch?v=73YJWgSue5s#t=1143

Matteo90
Meteodipendente
Meteodipendente

Messaggi : 4901
Data d'iscrizione : 08.02.12
Età : 27
Località : Lissone (MB) Wilderswil (Berna)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da riccardo 94 il Ven Set 05, 2014 11:50 am

tempo da Lupi 90 ha scritto:Vorrei proporre un interessante documento dal titolo: "il contributo astronomico e il contributo antropico" di Nicola Scafetta.

https://www.youtube.com/watch?v=73YJWgSue5s#t=1143

grazie mille Wink
è fatto davvero bene
avatar
riccardo 94
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 13878
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 22
Località : alpignano 314 m.s.l.m (To)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da Matteo90 il Gio Set 11, 2014 7:34 am

@riccardo 94 ha scritto:
tempo da Lupi 90 ha scritto:Vorrei proporre un interessante documento dal titolo: "il contributo astronomico e il contributo antropico" di Nicola Scafetta.

https://www.youtube.com/watch?v=73YJWgSue5s#t=1143

grazie mille Wink
è fatto davvero bene
Peccato che questa pagina non è in home. Merita più interesse.

Matteo90
Meteodipendente
Meteodipendente

Messaggi : 4901
Data d'iscrizione : 08.02.12
Età : 27
Località : Lissone (MB) Wilderswil (Berna)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Gio Set 11, 2014 9:45 am

ciaoo gali! in che senso in home? dici di metterla tra gli importanti?
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Sab Set 27, 2014 11:31 am

http://www.meteogiornale.it/notizia/34148-1-cambiamenti-climatici-per-i-russi-imminente-nuova-era-glaciale

questo è un nuovo articolo uscito su MTG che parla ancora una volta di una possibile era glaciale secondo Abdusamatov
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da riccardo 94 il Sab Set 27, 2014 11:37 am

@luca90 ha scritto:http://www.meteogiornale.it/notizia/34148-1-cambiamenti-climatici-per-i-russi-imminente-nuova-era-glaciale

questo è un nuovo articolo uscito su MTG che parla ancora una volta di una possibile era glaciale secondo Abdusamatov

prima o poi ci beccherà Laughing Laughing
avatar
riccardo 94
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 13878
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 22
Località : alpignano 314 m.s.l.m (To)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Lun Set 29, 2014 9:18 am

leggetevi cosa si dice sui dati del NOAA
http://www.attivitasolare.com/dati-globali-noaa-scoppia-putiferio/


avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da riccardo 94 il Lun Set 29, 2014 9:24 am

@luca90 ha scritto:leggetevi cosa si dice sui dati del NOAA
http://www.attivitasolare.com/dati-globali-noaa-scoppia-putiferio/



se fosse vero sarebbe uno smacco per il NOAA e avvalorerebbe la tesi di un raffreddamento in atto Shocked Shocked
avatar
riccardo 94
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 13878
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 22
Località : alpignano 314 m.s.l.m (To)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Lun Set 29, 2014 9:58 am

vere? a quest'ora seconda detta di questi personaggi (complottisti) dovremmo essere gia in era glaciale e ogni qual volta che le loro tesi vengono infrante da questi dati del NOAA si incazzano clamorosamente Laughing
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da riccardo 94 il Lun Set 29, 2014 11:35 am

@luca90 ha scritto:vere? a quest'ora seconda detta di questi personaggi (complottisti) dovremmo essere gia in era glaciale e ogni qual volta che le loro tesi vengono infrante da questi dati del NOAA si incazzano clamorosamente Laughing

ma magari ci sono interessi a dire solo che stanno aumentando le temperature Laughing Laughing Rolling Eyes
avatar
riccardo 94
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 13878
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 22
Località : alpignano 314 m.s.l.m (To)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da ale90 il Lun Set 29, 2014 12:10 pm

@luca90 ha scritto:vere? a quest'ora seconda detta di questi personaggi (complottisti) dovremmo essere gia in era glaciale e ogni qual volta che le loro tesi vengono infrante da questi dati del NOAA si incazzano clamorosamente Laughing

sai qual è la cosa divertente?

se i dati del Noaa parlano di freddo o di record di freddo, allora il Noaa è attendibile

http://www.attivitasolare.com/noaa-rilevati-1695-record-basse-temperature-diurne-negli-uniti-in-10-giorni/

altrimenti se i dati parlano di caldo, i dati sono truccati,alla faccia della coerenza Laughing Laughing Laughing

comunque in quell' articolo confrontano i dati satellitari con quelli delle stazioni a 2m e già li dimostrano di conoscere poco l' argomento. Per fare un esempio semplice, è come confrontare le temperature superficiali del mare con le temperature dello strato tra 5m e i 100m di profondità...

poi tra l' altro l' anomalia di 0,2°C è calcolata sulla media 1981-2010, invece l' anomalia della Noaa (0,75°C) ha come periodo di riferimento tutto il ventesimo secolo Laughing Laughing Laughing

Per completezza bisogna anche dire che quelle classifiche non sono da prendere "alla lettera" perchè c' è un margine di errore di circa 0,1°C che non è poco...






_________________
Ale. Cool

seguitemi anche sul mio sito:http://meteobergamasco.altervista.org/category/home/
avatar
ale90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 6246
Data d'iscrizione : 22.02.12
Età : 27
Località : caravaggio (BG) 111 metri s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://meteobergamasco.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da ale90 il Lun Set 29, 2014 7:36 pm

ma che poi tra l' altro mi è stato mi è stato fatto notare che pubblicano i grafici alla cavolo, cioè questo grafico è aggiornato al 22 giugno, che cosa c' entra con i dati di agosto? boh mistero... Laughing Laughing





_________________
Ale. Cool

seguitemi anche sul mio sito:http://meteobergamasco.altervista.org/category/home/
avatar
ale90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 6246
Data d'iscrizione : 22.02.12
Età : 27
Località : caravaggio (BG) 111 metri s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://meteobergamasco.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Mar Set 30, 2014 5:39 pm

fortuna che l'ale è power e ha capito subito le buffonate che sono state dette, io non capisco perchè si vanno a dire certe baggianate e sopratutto a confondere le idee alle persone che porelle alla fine ci vanno a credere anche Shocked

avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da Matteo90 il Mer Ott 01, 2014 9:25 am

@luca90 ha scritto:ciaoo gali! in che senso in home? dici di metterla tra gli importanti?

Si Luca direi di metterla tra gli importanti, merita molto questa pagina.

Quello che dice il prof. Nicola Scafetta rappresenta il mio pensiero sui cambiamenti climatici. Al di là se sono veri o falsificati i dati NOAA, il clima è sempre cambiato anche quando l'uomo non c'era o c'era ma non inquinava. Quindi il clima cambia e continuerà a cambiare con o senza l'uomo. Però se inquinasse meno e sprecherebbe meno risorse tutti staremmo meglio.

Matteo90
Meteodipendente
Meteodipendente

Messaggi : 4901
Data d'iscrizione : 08.02.12
Età : 27
Località : Lissone (MB) Wilderswil (Berna)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Mer Ott 01, 2014 10:53 am

che il clima segua un suo percorso climatico ok e ovviamente sono concorde con te sul fatto che l'uomo se fosse più naturalista staremmo meglio anche tutti noi e la povera terra che gli tocca ospitarci.

la questione NOAA è alquanto ridicola, sopratutto fa imbestialire che si scaglino con cattiveria su questo ente solo perchè ha fornito dati non coerenti al loro pensiero glaciale!
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da Matteo90 il Mer Ott 01, 2014 12:36 pm

@luca90 ha scritto:che il clima segua un suo percorso climatico ok e ovviamente sono concorde con te sul fatto che l'uomo se fosse più naturalista staremmo meglio anche tutti noi e la povera terra che gli tocca ospitarci.

la questione NOAA è alquanto ridicola, sopratutto fa imbestialire che si scaglino con cattiveria su questo ente solo perchè ha fornito dati non coerenti al loro pensiero glaciale!
Non mi sembra che si siano scagliati brutalmente... Hanno riportato una notizia di un articolo eccolo

http://stevengoddard.wordpress.com/2014/09/30/nasa-antarctic-temperature-fraud-2/

La mia opinione? Ci sono in ballo miliardi di dollari e dove ci sono così tanti soldi c'è speculazione!
Ora i dati dicono che da 17 anni non si hanno aumenti di temperatura anzi c'è stato un piccolissimo calo, ora sono curioso di vedere nei prossimi anni cosa succederà.
Personalmente credo in una riduzione delle temperature grazie al Sole che è la nostra fonte di calore. Poi se sarà era glaciale come dice Habibullo Abdussamatov non lo so ma di sicuro non saliranno di 7 °C le temperature entro il 2100 come dice Al Gore.

Matteo90
Meteodipendente
Meteodipendente

Messaggi : 4901
Data d'iscrizione : 08.02.12
Età : 27
Località : Lissone (MB) Wilderswil (Berna)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da ale90 il Mer Ott 01, 2014 1:31 pm

vabbè ma steven goddard è uno pseudonimo, uno che non ha nemmeno il coraggio di metterci la faccia quanto può essere attendibile?

dietro Goddard si nasconde un certo Tony Heller (ingegnere elettrico) e tra l' altro questo Heller ha persino finto la morte del suo fake per poi affermare che gli avevano hackerato l' account  Laughing

http://www.desmogblog.com/steven-goddard

http://wattsupwiththat.com/2012/04/21/real-science-announces-the-death-of-steve-goddard-2/

per quanto riguarda quei dati dell' antartide,  se la Nasa avesse volutamente taroccato i dati delle temperature avrebbe fatto sparire la prima immagine. O no?
tra l' altro nell' articolo più recente (2007) c' è persino il link che rimanda alla prima versione.

poi nell' articolo c' è anche specificato che nelle misure c' è un forte livello di certezza di 2/3°C e che nella versione più recente è stata migliorata la calibrazione  con l' utilizzo di misure satellitari

"(Editor’s note: This image was first published on April 27, 2006, and it was based on data from 1981-2004. A more recent version was published on November 21, 2007. The new version extended the data range through 2007, and was based on a revised analysis that included better inter-calibration among all the satellite records that are part of the time series.)."

mi sembra una spiegazione più plausibile di quella del complotto...

http://earthobservatory.nasa.gov/IOTD/view.php?id=8239&eocn=image&eoci=related_image

http://earthobservatory.nasa.gov/IOTD/view.php?id=6502&eocn=image&eoci=related_image

senza contare che tra tutti gli scienziati di tutto il mondo che si occupano di clima, il 99,999% usa i dati elaborati dal Noaa e dalla Nasa.

Se i dati fossero truccati, la stragrande di questi scienziati avrebbe moltissimi interessi a denunciare il complotto...

dopotutto la maggior parte dei ricercatori è tutt' altro che ricca...

invece chi critica quei dati sono solo 4 o 5 blogger e per lo più si tratta di bufale...

_________________
Ale. Cool

seguitemi anche sul mio sito:http://meteobergamasco.altervista.org/category/home/
avatar
ale90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 6246
Data d'iscrizione : 22.02.12
Età : 27
Località : caravaggio (BG) 111 metri s.l.m

Vedi il profilo dell'utente http://meteobergamasco.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Gio Ott 02, 2014 7:18 am

sono d'accordo con te ale, ormai mi sono gia fatto un'idea di coloro che criticano in continuazione questi dati, tutti che credono al complotto quando di complotti nemmeno l'ombra.

ormai tanti si aprono il sito sparando questo genere di cavolate senza conoscere quasi minimamente gli argomenti in questione e purtroppo molte persone magari che cercano di imparare qualcosa di nuovo gli vanno a credere.
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da luca90 il Gio Ott 02, 2014 7:24 am

come richiesto, l'argomento è stato messo tra gli importanti.
buona giornata Wink
avatar
luca90
Clone Colonnello Bernacca
Clone Colonnello Bernacca

Messaggi : 20631
Data d'iscrizione : 03.09.11
Età : 26
Località : cantù (co)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da Matteo90 il Gio Ott 02, 2014 8:38 am

Io ho imparato una cosa dall'essere umano. Dove ci sono i soldi c'è speculazione, poi magari non è questo il caso, ma se scoppiasse uno scandalo nei prossimi anni non mi stupirei.

Molto interessante quello che dice Il Prof Nicola Scafetta che ha invento un modello tutto suo senza i dati delle temperature terresti ma con i dati astronomica quindi sole stelle luna e pianeti e nei dati ha messo anche l'uomo che ha dato il 20% circa sull'influenza del clima. Impressionante come ha ricostruito il grafico delle temperature fino all'epoca dei dinosauri. Altro interessante documento del prof si sente un pò male. Sad

http://www.meteo.unina.it/scafetta

Matteo90
Meteodipendente
Meteodipendente

Messaggi : 4901
Data d'iscrizione : 08.02.12
Età : 27
Località : Lissone (MB) Wilderswil (Berna)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambiamenti climatici

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum